Napoli, il medico: "Milik rotto? Non è un caso"

"Sta lavorando benissimo, ma su 44 ginocchia non è un caso che si sia rotto il suo".

@Getty Images

(Sportal.it)

Fermi tutti, parla il medico sociale del Napoli, Alfonso De Nicola. E parla di uno degli infortunati più illustri della serie A: Arkadiusz Milik, che si è rotto il legamento crociato del ginocchio destro nel finale della gara contro la Spal.

Il dottore, in occasione dell'inaugurazione del Campus della Salute sul lungomare di Napoli, racconta la riabilitazione dell’attaccante polacco: "Milik sta andando benissimo, Mariani lo controllerà dopo la partita di Genova, ma è molto determinato e sta affrontando bene la convalescenza. Arek conosce già il percorso che lo aspetta, non si è mai abbattuto e sta lavorando a Castel Volturno, scherzando con i compagni".

Ciò che però fa pensare è la convinzione di De Nicola che Milik non si sia fatto male per puro caso: "Noi ci concentriamo sul suo recupero, ma anche sulla prevenzione. In quella partita c'erano 44 ginocchia in campo e proprio il suo si è infortunato, dopo l'infortunio dello scorso anno. Per me non esiste il caso, bisogna studiarne le cause".

(A cura della redazione di Sportal.it)

PHOTOGALLERY

Spal-Napoli 2-3

  • Spal-Napoli 2-3 - Foto 1
  • Spal-Napoli 2-3 - Foto 2
  • Spal-Napoli 2-3 - Foto 3
  • Spal-Napoli 2-3 - Foto 4