Roma, Dzeko si infuria con l'allenatore e poi si pente

La parziale retromarcia della punta non nasconde i dissapori con Di Francesco.

(Sportal.it)

L'attaccante della Roma Edin Dzeko si esprime così ai microfoni di Premium Sport dopo il pareggio interno contro l'Atletico Madrid: "Meglio con Spalletti o con Di Francesco? E’ difficile dirlo, siamo solo all’inizio. L’anno scorso ho fatto tanti gol, quest’anno sarà più difficile, ho toccato poche palle in questo match, speriamo di toccarne di più che nelle prossime gare. Si sente la mancanza di Totti? Sì certo, così come si sente quella di Salah che giocava vicino a me. Anche Nainggolan giocava più vicino a me, ora sono tutti più distanti con questo sistema di gioco ma dobbiamo avere pazienza per crescere tutti insieme".

"Abbiamo visto cose belle come contro l’Inter ma una squadra come la nostra non può giocare così nel finale, sia quello contro l'Inter che questo. Serve pazienza ma era importante prendere questo punto per andare avanti e per la fiducia".

Parole pesanti, che mercoledì l'attaccante della Roma ha cercato di spiegare meglio su Twitter: "Quella di ieri è stata una gara molto combattuta, pallone su pallone. Avrei voluto dare un contributo maggiore, ma in gare del genere non è sempre facile, per questo a fine gara non ero molto soddisfatto. Mi dispiace però che le mie parole siano state interpretate come una critica. Penso che gli insegnamenti del mister siano quelli giusti e impegnandoci al massimo otterremo i risultati che vorremo. Daje Roma".

(A cura della redazione di Sportal.it)