Froome non si fida di Aru

Nel giorno di riposo al Tour la maglia gialla è tornata a parlare.

@Getty Images

(Sportal.it)

Nel secondo giorno di riposo del Tour de France, Chris Froome ha fatto il punto della situazione nella corsa alla (sua) maglia gialla.

"Non mi sorprende che ci siano differenze così ridotte. Se ricordate, a Dusseldorf, ero stato chiaro: questa è la più grande sfida della mia carriera. I rivali? Aru ha vinto il primo arrivo in salita, ha pagato qualcosa a Rodez ma nella terza settimana di un grande giro è sempre andato forte. Anche per Bardet è cosi' e in più ha una squadra forte che lo sostiene. Mi hanno messo sotto pressione anche domenica. Uran invece continua a pedalare sotto traccia ma in vista della crono è l'elemento più pericoloso".

"Io sto sempre meglio, ho avuto una brutta giornata sui Pirenei e questo potrebbe capitare anche sulle Alpi. Ma io sto bene, lo ripeto, e penso di poter dare il meglio in questa terza e ultima settimana di Tour", ha concluso il britannico, a caccia del suo quarto successo alla Grande Boucle.

(A cura della redazione di Sportal.it)