Valentino Rossi davanti a un bivio

Il campione di Tavullia, virtualmente tagliato fuori dalla corsa al Mondiale, aspetta che la Yamaha gli dica cosa fare.

(Sportal.it)

Valentino Rossi è davanti a un bivio, l’ennesimo della sua lunga e brillante carriera. Il campione di Tavullia, virtualmente tagliato fuori dalla corsa al titolo iridato, aspetta che la Yamaha gli dica come comportarsi con un  Maverick Viñales che, dati alla mano, ha maggiori possibilità di lui di conquistare il campionato del mondo delle MotoGp del 2017. La classifica, quando mancano soltanto quattro Gran premi (e domenica, in Giappone, si inizierà il trittico che dovrebbe rivelarsi decisivo), dice che Marc Marquez (Honda) ha 224 punti, Andrea Dovizioso (Ducati) 208, Maverick Viñales 196, Dani Pedrosa (Honda) 170 e Valentino, che è stato costretto a saltare il Gran premio di San Marino e della Riviera di Rimini per la frattura di tibia e perone, ne ha messi in carniere 168.

"E' una situazione strana. Bisognerà vedere quello che decideranno Yamaha, Honda e Ducati e se chiederanno a me, Dani (Pedrosa) e Jorge (Lorenzo) di dare una mano ai loro compagni. Ma di solito la Yamaha lascia sempre le cose piuttosto aperte in questi casi" ha raccontato il ‘Dottore’.

L’argomento è molto gettonato soprattutto sui social. E non sono molti i fan del fuoriclasse di Tavullia che vorrebbero vederlo nella veste di gregario del più giovane compagno di squadra. “Quando ha avuto bisogno Valentino, chi lo ha aiutato?” si è domandato più di uno. Un Rossi che fa da tappo a Marquez (o Dovizioso) o, ancora peggio, che smette di dare di gas per lasciarer passare Maverick è un’immagine che la ‘marea gialla’ non pare avere alcuna intenzione di vedere. La ferita del 2015, quando il ‘decimo’ sfuggì a Rossi in circostanze veramente particolari, con Lorenzo pronto ad approfittare delle scaramucce - non solo verbali - tra Valentino stesso e Marquez è ancora aperta. E di alleanze con uno spagnolo davvero in pochi vogliono sentire parlare.